Indice degli Articoli sulla Fisiologia dello Yoga

 

Le Nadi

 

 

 

Il termine nadi proviene dal sanscrito ed indica i canali energetici nei quali scorre il prana, l’energia vitale.
Questi canali creano una capillare rete che scorre internamente ed esternamente al corpo.

Le 3 nadi principali sono:

  • Sushumna nadi che parte dall'estremità inferiore del tronco, da un punto situato alla base della spina dorsale (kanda), fino ad arrivare all'estremità della testa, la corona. Attraverso questa nadi, la Kundakini, l’energia creativa latente, passando dal Muladhara chakra, nella regione coccigea, ad arrivare alla cima della testa Sahasrara chakra portado l’individuo al risveglio, all’espansione della coscienza, ad uno stato di benessere completo.
  • Ida nadi, controlla tutti i processi mentali, si avvolge intorno al sushumna partendo dalla base del tronco e terminando nella narice sinistra, corrisponde all’energia femminile ed è associata alla luna
  • Pingala nadi, controlla i processi vitali, si avvolge intorno al sushumna partendo dalla base del tronco e terminando nella narice destra, corrisponde all’energia maschile ed è associata al sole

 

Ida e Pingala, funzionano in modo alternato durante la giornata. Se si porta l’attenzione alle narici, infatti, si può notare che in una il flusso del respiro è libero, mentre nell’altra è bloccato.

All’intersezione di queste 3 nadi si collocano i 7 chakra principali, o sfere di energia: il Muladhara chakra nella regione coccigea , Svadisthana chakra nella zona degli organi genitali, Manipura chakra nel plesso solare (all’altezza dell’ombelico), Anahata chakra nel centro del torace nella zona del cuore, Vishudda chakra all’altezza della gola, Ajna chakra sulla fronte o terzo occhio, Sahasrara chakra sulla cima della testa.

le nadi nello yoga
visualizza stampa html Scarica articolo - le Nadi

Rassegna Stampa
India e cultura

apri pagina